Iniziative


Un week-end nel 2063: masterclass di immaginazione di futuri

Nell'ambito del progetto "NxT – Formazione e Trasformazione"

 

Un week-end nel 2063

Masterclass di immaginazione di futuri


OPEN CALL

per artiste e artisti, designer, professioniste e professionisti della cultura


deadline: 15 novembre 2023


MUSE - Museo delle Scienze di Trento


Come sarà il MUSE nel 2063? Come ci comporteremo di fronte a cambiamenti climatici sempre più evidenti? E come dovranno cambiare le relazioni tra esseri umani e gli altri viventi?

Sono alcune delle domande attorno a cui ruoterà l'1, 2 e 3 dicembre la masterclass di immaginazione di futuri "Un week-end nel 2063", promossa dal MUSE – Museo delle Scienze di Trento e dalla piattaforma artistica Mali Weil nell'ambito del programma LIKE LIFE di "NxT – Formazione e Trasformazione". Per un intero fine settimana le persone selezionate tramite open call (iscrizioni entro il 15 novembre su likelife.muse.it) prenderanno parte a un particolare esercizio collettivo in cui immaginare i prossimi 40 anni assieme a ricercatrici e ricercatori, chef, designer ed esperte/i di educazione ambientale, pensatori culturali e artiste.

Sabato 2 dicembre alle 18.30, ad accesso libero, è in programma la lectio magistralis di Fiona Raby, fra le fondatrici e principale teorica dello speculative design, a cui seguirà l'intervento di Prometheus Food Lab con un particolare "buffet dal 2063".

 

"In tempo di cambiamenti climatici e di ridefinizione delle relazioni tra viventi – spiegano curatrici e curatori del programma Mara Ferrieri e Lorenzo Facchinelli (Mali Weil) e Carlo Maiolini (MUSE) – la tre giorni al MUSE si propone come laboratorio per incrociare reti e progetti di ricerca, pratiche artistiche e innovative, piattaforme di design, organizzazioni reali e visioni future delle relazioni biologiche, culturali, sociali e politiche nell'Antropocene"

 

***

LA MASTERCLASS

La masterclass è dedicata a tre parole chiave per proiettare il museo nel futuro: design, food e future fictions.

La proposta si articola tra attività pubbliche (sabato 2 dicembre ore 18:30) e altre a numero chiuso rivolte a designer, artiste e artisti, ricercatrici e ricercatori selezionate/i tramite open call gratuita.

Il programma delle giornate prevede quattro appuntamenti teorico/pratici gratuiti e a numero chiuso tenuti da personalità e realtà internazionali come Fiona Raby, Zoönomic Institute/Klaas Luitenbrouwer, Climavore e School of Interspecies Diplomacies and Werewolfish Studies e, sabato 2 dicembre, una lectio magistralis pubblica e gratuita di Fiona Raby seguita da un intervento di Prometheus Food Lab. Durante la masterclass una graphic designer ospite che seguirà i lavori realizzerà anche cinque poster sul Museo del 2063.

 

***

BIOGRAFIE OSPITI

Fiona Raby
Professoressa di Design e Social Enquiry alla New School di New York, co-direttore del Designed Realities Lab e, insieme a Anthony Dunne, teorica dello speculative design.
Con lo studio Dunne & Raby sta sperimentando un'innovativa piattaforma di ricerca e insegnamento, che intende il design come catalizzatore di immaginazione interdisciplinare, una sorta di "laboratorio dei molti mondi" per esplorare l'idea di possibilità multiple, di fronte a una visione del mondo sempre più monolitica del futuro tecnologico.

 

Zoönomic Institute / Klaas Kuitenbrouwer
Organizzazione basata al Het Nieuwe Instituut di Rotterdam che mira alla rigenerazione ecologica includendo gli interessi della vita "oltre umana" nel processo decisionale organizzativo di istituzioni pubbliche e private.

 

Climavore
Pluripremiata piattaforma di ricerca, educazione e azione iniziata da Cooking Sections nel 2015 (e qui rappresentata da Enrico Milazzo), che affronta la crisi climatica e il suo impatto sulle infrastrutture alimentari e sull'ambiente, tramite una sperimentazione innovativa che combina ecologia, architettura, arte e pedagogia.

 

School of Interspecies Diplomacies and Werewolfish Studies
Prima istituzione a riunire una serie di percorsi di formazione, sia intensivi che di lunga durata, ma anche attività pratiche e metodologie trasversali per costruire competenze multidisciplinari e formare diplomatiche e diplomatici interspecie.

 

Prometheus Food Lab
Dispositivo culturale fondato dallo chef e ricercatore Lorenzo Barbasetti di Prun che esplora il potenziale commestibile di luoghi remoti per ripristinare il ruolo ecologico delle/degli umani nei paesaggi, attraverso il cibo.

 

***

COME PARTECIPARE

Per la partecipazione alla masterclass la selezione avviene sulla base della data di presentazione delle domande e dell'interesse dimostrato alla partecipazione. Sono ammesse 25 persone, a cui è richiesta la partecipazione a tutte e tre le giornate. Gli incontri sono principalmente in lingua inglese.

Per le persone selezionate e residenti fuori dalla regione Trentino Alto-Adige è previsto un rimborso spese fino a 150 euro.

 

Per partecipare alla selezione, è possibile inviare il materiale che segue tramite questo link https://forms.gle/DAbiZLi4np3Yqm2eA

Nome, Cognome

Interessi lavorativi, di studio o di ricerca

Breve lettera motivazionale (max 1.000 caratteri)

Un CV o una descrizione del proprio lavoro o ambito di studi

Provenienza geografica e dichiarazione di partecipazione a tutte e tre le giornate

 

La candidatura deve essere inviata entro la mezzanotte del 15 novembre 2023. Per informazioni o domande scrivere a carlo.maiolini@muse.it

 

***

LIKE LIFE è un progetto di MUSE - Museo delle Scienze, ideato e curato da Mali Weil.

È parte del programma per il pubblico "NxT – Formazione e Trasformazione" e del programma di ricerca "MUSE Antropocene".

Lavazza Group è Sustainability Partner; Levico Acque è Special Sponsor.

 

Foto: La grafica ufficiale della masterclass "Un week-end nel 2063" generata dall'Intelligenza artificiale.